CENTRIXX Borsa termica solido bianco/navy 3w9Q46OD9J

SKU3942260704
CENTRIXX Borsa termica (solido bianco/navy) 3w9Q46OD9J
CENTRIXX Borsa termica (solido bianco/navy)
Accedi

Inserite le credenziali

Entra in Up Level!

Registrati prima di acquistare o prenotare eventuali corsi.
Registrati
| Registrati |

Heritage Marketing Content Marketing

Veronica Ramos Heritage Tourism , Fjällräven Kiruna Small Zaino viola btGBPe6Lzi

Il forte interesse (e in molti casi la necessità) da parte di enti e città per un turismo meno aggressivo, e il desidero spesso inappagato, da parte dei turisti, di un turismo diverso, mi hanno spinto a scegliere questo tema per l’articolo di questa settimana.

Un tema che già avevo affrontato mesi fa durante l’ VIII Convegno Nazionale dell’ Associazione Nazionale dei Piccoli Musei a Calimera, intitolato “ Musei Accoglienti: una nuova cultura gestionale per i Piccoli Musei”.

Il turismo di massa: non solo lati negativi

Per capire meglio questo nuovo turismo dobbiamo, per prima cosa, comprendere pienamente il significato del concetto di turismo di massa . Quando parliamo di turismo di massa ci riferiamo a un’attività nella quale viene coinvolto un alto numero di turisti , concentrati in un spazio determinato e, di solito, durante un periodo dell’anno specifico (anche se sappiamo bene che in città come Roma o Firenze questo flusso turistico dura tutto l’anno).

Il turismo di massa è stato molto criticato nell’ultimo decennio, spesso senza tener conto che questo fenomeno ha anche lati positivi . Innanzitutto si tratta di un fenomeno storico che si sviluppa soprattutto dopo la Seconda Guerra Mon diale per aiutare la ripresa economica dell’Europa.

Infatti con il tempo è diventato una fonte economica molto importante e, negli ultimi decenni, ha permesso anche di creare un’ o f ferta turistica con prezzi bassi ; permettendo a molte persone di ambire a viaggi che in passato erano impossibili per certi ceti sociali.

Per di più non possiamo dimenticare che è stato questo turismo a creare l’idea della un’idea che ancora oggi spinge tantissimi turisti a visitare il nostro territorio.

Allora perché abbiamo bisogno di un turismo diverso?

Perché purtroppo questo turismo ha diversi lati negativi : le città vengono maltrattate , le risorse non sono usate in maniera responsabile e molte volte non sono sufficienti (in queste risorse possiamo anche includere i servizi di pulizia delle città, che tante volte non riescono a mantenere i livelli standard di pulizia per l’alto numero di persone, con il conseguente inquinamento dell’ambiente).

Inoltre parliamo di una fonte economica molto importante che però si concentra in una piccola parte del territorio , tralasciando le altre destinazioni, ed è spesso fortemente stagionale.

A livello di offerta turistica, il turismo di massa ha creato un solo tipo di visita ed è solo quella che vende. Il turista, nella stragrande maggioranza dei casi, non torna nei luoghi visitati perché ha già fatto l’unica visita che gli è stata proposta (motivo per cui tante volte il soggiorno dura anche poco).

Un nuovo turismo che non rimpiazzi ma affianchi

Con questo però non voglio dire che il turismo di massa debba essere rimpiazzato. Un’attività economica così importante non può essere cancellata né tantomeno sottovalutata (anche se il flusso turistico dovrebbe essere gestito meglio).

Però possiamo creare un nuovo tipo di turismo che cerchi di risolvere alcuni dei problemi presentati dal turismo di massa e, soprattutto, che risponda alle esigenze dei turisti e del territorio. Sto parlando dell’

L’obiettivo di questo nuovo turismo è offrire un’ alternativa di qualità :

Se analizziamo bene l’Heritage Tourism vediamo che qui ci concentriamo su tre elementi essenziali: i visitatori , il territorio e i contenuti .

Per fare questo, è indispensabile la collaborazione di tanti enti e realtà; senza collaborazione è impossibile rispondere alla richiesta che questo nuovo turismo produce.

Se volete saperne di più potete visitare la pagina del sito dedicata a questo argomento ;e anche l’articolo.

“meta da sogno”

Slittino

Il divertimento per tutta la famiglia –Scendere con lo slittino sulle diverse piste naturali della Val di Funes è un’esperienza unica. Lontano dal viavai delle piste da sci, le famiglie con bambini trascorrono momenti di allegria e svago sulla neve, avvolti dalla cornice invernale delle Dolomiti. E tra una slittata e l’altra nulla di meglio di una sosta in un’accogliente baita di montagna. A fare il resto ci pensa lo scenario romantico e selvaggio della Val di Funes. Una slittata su una delle tante piste naturali è un’esperienza da non perdere, in una giornata di sole o sotto il cielo stellato, all’insegna del romanticismo o dell’azione: la Val di Funes è piena di piste di slittino, per tutti i gusti e tutte le aspirazioni.

Scidi fondo

Per chi ama immergersi nel paesaggio invernale della Val di Funes, praticando uno sport all’aria aperta, lo sci di fondo è l’ideale. Le meravigliose impressioni lasciate dai paesaggi imbiancati dell’Alto Adige non svaniranno facilmente, proprio come il beneficio di qualche ora passata sugli sci da fondo.

Ciaspolate

Escursioni guidate con le ciaspole nel Parco Naturale Puez-Odle: è quanto propone l’Associazione turistica della Val di Funes. Bellissime camminate nella neve fonda, fra boschi imbiancati e candide distese di neve. Un paesaggio invernale davvero incantevole, da esplorare in compagnia di guide alpine qualificate, per scoprire i tesori nascosti della natura.

Centro sciistico per famiglie a Santa Maddalena/Funes

Vacanze sci per famiglie –A pochi passi dal nostro Mühlerhof le famiglie con bambini si divertono sulle piste della piccola stazione sciistica di S. Maddalena. Ad attendere i piccoli e grandi sciatori un parco per bambini, un noleggio sci e la scuola di sci e snowboard della Val di Funes con tanti corsi per imparare o migliorare le tecniche di discesa. La Val di Funes è il posto ideale dove trascorrere una vacanza sci per famiglie con bambini piccoli. La grande varietà dell’offerta, ma anche il carattere raccolto del comprensorio, lo rendono unico, accessibile direttamente dal centro di Santa Maddalena.

Pattinaggio su ghiaccio

Pattinaggio su ghiaccio a San Pietro (con noleggio pattini) e Tiso. Voglia di cimentarsi in piroette e toeloop? Forse meglio non esagerare, limitandosi e tracciare sul ghiaccio morbide curve. O optando invece per il curling o un ballo sul ghiaccio a ritmo di musica. Le piste di pattinaggio della Val di Funes offrono occasioni di divertimento per tutta la famiglia.

Area sciistica Plose

L’area sciistica Plose vicino a Bressanone dista appena 20 minuti di macchina dal nostro Mühlerhof: e subito si arriva nel paradiso invernale della Valle Isarco, con 43 km di piste, tanto sole e panorami mozzafiato sulle Dolomiti. La Plose, la montagna dei brissinesi, è particolarmente amata dagli appassionati di sci per la favolosa pista Trametsch che con i suoi 9 km di sviluppo è la pista di discesa più lunga dell’Alto Adige.

Area sciistica Val Gardena e Sella Ronda

L’area sciistica della Val Gardena con il famoso giro del Sella Ronda è raggiungibile dal Mühlerhof in tre quarti d’ora di automobile. C’è niente di più bello di una veduta sugli aspri torrioni e i colossali massicci dolomitici mentre si scende a valle su piste inondate di sole? Natura a perdita d’occhio… Il Dolomiti Superski riunisce ben 12 regioni sciistiche e permette, con un solo skipass, di accedere a 1200 km di piste dalla neve assicurata e impeccabile.

Vacanze in agriturismo

Peter e Theresia Messner Mühlerbach 2 39040 Funes, Alto Adige

+39 0472 / 840 001 The Bridge Story Uomo Portafoglio I pelle 115 cm nerogoldfarben 5AGIzn
info@muehlerhof.com

Immagini

|

Inviateci anche il vostro feedback. Potremo cosi rendere ancora più piacevole il periodo per voi più bello dell’anno.

© 2006-2017 Wix.com, Inc